Richiedi un preventivo gratuito per la tua Vacanza... direttamente sulla spiaggia!

Compila i campi selezionando la data di arrivo e la data di partenza, premi "Richiedi Informazioni".

Giorno di arrivo:
Giorno di partenza:

I nostri Plus:

SIAMO DAVVERO
SULLA SPIAGGIA

L'hotel sorge direttamente sulla spiaggia, niente strade da attraversare!

100% GESTIONE
FAMILIARE

La famiglia Cola, accoglie con la tipica ospitalità romagnola i suoi clienti, sin dal 1963.

UN RISVEGLIO...
VISTA MARE

A soli 300 metri dall' hotel, troverete l'isola dei Platani, shopping, locali e divertimento.

LA FORMULA
CHE PREFERISCI

Formula classica hotel, B&B oppure appartamento.
La vacanza la scegli tu!

San Marino

a 40 Km da Bellaria

San Marino è la prima destinazione che mi sento di consigliare a chi, scottato dal sole cocente, volesse o dovesse prendersi una pausa dalla vacanza tutto spiaggia, mare e sole a Bellaria Igea Marina.

Santarcangelo e la sua Rocca

a 10 km da Bellaria

Per questo itinerario che lungo la Valmarecchia porta fino a San Leo, da Rimini si imbocca la via Emilia e dopo pochi chilometri si incontra Santarcangelo di Romagna, costruita su una collina fra i fiumi Marecchia e Uso; per la sua edilizia sobria, le sue stradine pittoresche che si inerpicano sul colle e si aprono in silenziose piazzette, è una delle cittadine meglio conservate e più piacevoli della zona. Il nucleo antico è ancora in gran parte racchiuso dalla cinta muraria quattrocentesca, restaurata e in parte rifatta nel 1447 da Sigismondo
Malatesta, che vi fece apporre delle epigrafi marmoree; a lui spetta anche la costruzione della rocca, sorta ad un’estremità del colle accanto ad una grande torre voluta da Carlo Malatesta nel 1386. Questa torre era altissima, anzi una delle meraviglie d’Italia per la sua altezza, secondo gli scrittori del tempo. Continuava a meravigliare per la sua imponenza e bellezza anche mezzo secolo dopo, ma ormai gli assedi si facevano più con le bombarde di bronzo che con le catapulte di legno, e Sigismondo non esitò a farla abbassare. Ne utilizzò la parte inferiore come mastio angolare per una nuova rocca (in parte costruita col materiale ottenuto dalla demolizione) di forma quadrangolare con torrioni poligonali, in grado di ospitare una buona guarnigione, come suggeriva l’irrequietezza e l’insofferenza dei santarcangiolesi nei confronti della signoria malatestiana, e la necessità di sorvegliare continuamente il corso inferiore del Marecchia e dell’Uso e la via Emilia in prossimità di Rimini. Anche questa rocca, che purtroppo ha completamente perduto il suo coronamento di beccatelli e di merli, è ornata da iscrizioni in bei caratteri epigrafici antichi e in latino, secondo una moda
umanistica che proprio allora cominciava ad affermarsi. Dal cortile, con un pittoresco acciottolato sotto cui esiste una cisterna medievale ancora funzionante, si può accedere al mastio, che è la base della grande torre trecentesca di Carlo Malatesta, con una parte delle sue antiche scale a chiocciola nascoste nelle enormi murature: esse permettevano comunicazioni indipendenti ai vari piani (ne sono superstiti quattro). In una sala di questa torre all’alba del 10 ottobre 1432 morì, ad appena ventuno anni, Galeotto Roberto Malatesta, detto il beato, nipote e successore di Carlo e fratello di Sigismondo e Malatesta Novello. Alcuni fantasiosi scrittori ottocenteschi hanno ambientato qui le vicende che portarono al “delitto d’onore” di Gianciotto, cioè all’uccisione di Paolo il bello e di Francesca da Rimini. l paesaggio che si gode dalla terrazza del mastio è suggestivo: la valle del Marecchia si apre ampia fino alle colline e a San Marino da una parte, fino a Cesena e al mare dall’altra. Vicino al fiume l’attento osservatore può scorgere la Pieve, una basilica bizantina ad
unica navata sorta nel VI secolo accanto all’abitato romano. È la pieve più antica e meglio conservata di tutta la Romagna.

Ravenna

40 km da Bellaria

A Ravenna si respira l’arte, la storia e la cultura. Riconosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze storiche e artistiche, la città conserva il più ricco patrimonio di mosaici databili tra il V e il VI secolo d.C. all’interno dei suoi edifici religiosi paleocristiani e bizantini, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
Nella foto la Basilica di San Vitale

Fonte:turismo.ra.it

Gradara

Il Castello di Gradara, un borgo ricco di magia.

Scopri lo splendido castello di gradara e il borgo che fecero da cornice alla storia d'amore di Paolo e Francesca. Su queste pagine potrai leggere la storia di Gradara guardare la galleria con le foto e i video della rocca e del borgo.
A pochi chilometri dalla Riviera Romagnola, nell'incantevole scenario medioevale del borgo di Gradara, ti aspettano eventi culturali, manifestazioni come: "L'Assedio al Castello", "Gradara d'Amare", il "Castello di Natale", sagre, mostre e gli altri eventi. Trova tutti i ristoranti tipici, alloggi e affittacamere, le enoteche, le osterie e tanto altro ancora.

Prossimi eventi

I nostri piatti - consulta il menu online
​Free wifi in tutta la struttura

 

Offerte Speciali

Prev
Next